• Chiama ora (+39) 039 834977

Spettrometro è un termine generico tipicamente usato per descrivere strumenti che misurano una variabile continua di un fenomeno in cui le componenti spettrali sono in qualche modo mescolate.

Quello ottico è un particolare tipo di spettrometro che permette di misurare lo spettro della radiazione elettromagnetica, cioè le proprietà della luce in funzione della lunghezza d’onda.

La spettroscopia ottica ha oggi numerose applicazioni in diversi campi (Industriale, Scientifico, Medicale) ed è largamente utilizzata per identificazione, caratterizzazione e classificazione di materiali e composti, sia organici che non. La classificazioni dei materiali è spesso eseguita, in ambito industriale, con camere iperspettrali. Quest’ultime sono speciali telecamere che combinano tecniche di misura e analisi basate sull’imaging classico alla spettroscopia ottica: ad ogni pixel dell’immagine acquisita è associato uno spettro luminoso.

Le camere iperspettrali sono oggi una componente fondamentale del PAT (Process Analytical Technology) per analizzare e monitorare i processi produttivi in modo tale da garantire la qualità del prodotto finito.